Lettera Coordinatore Tecnico SOI

La Spezia, 19 – 22 giugno 2014

Spiegare a parole la magia di Special Olympics Italia a chi non ha mai partecipato ad un nostro evento non è facile….

E’ un’esperienza che ti travolge,ti emoziona, ti fa vedere il mondo con occhi diversi,ma bisogna viverla in prima persona per capirne davvero la portata…

La prossima volta che sentirete parlare di un meeting Special Olympics o di una tappa dei giochi nazionali datemi retta, sfruttate l’occasione e andate a dare un’occhiata o proponetevi come volontari…

Vi capiterà di vedere atleti che gioiscono perché il proprio avversario (non compagno! ) ha fatto un punto molto bello,partner non disabili che lasciano il campo a causa di un infortunio ed escono in lacrime non per il dolore,ma per il fatto di non poter continuare l’esperienza con i propri compagni di squadra disabili, tecnici che si commuovono vedendo i miglioramenti dei propri atleti e coordinatori tecnici che trattengono a stento le lacrime scrivendo queste righe!

DSCN4542

Quelli appena conclusi sono stati giochi nazionali meravigliosi, non trovo altre parole per definirli

Tutti i team di pallavolo unificata hanno giocato con gioia, correttezza, impegno, dando vita a partite di livello tecnico molto alto.

I numeri stanno aumentando, i miglioramenti sono evidenti in tutti, l’atmosfera che si respirava in palestra era incredibilmente positiva e contagiosa,non potrei davvero essere più soddisfatta,anche se si può sempre fare meglio!

Grazie per prima cosa ai miei colleghi del Consorzio Liguria Viamare perché nonostante il periodo di alta stagione mi permettono di abbandonarli in occasione degli eventi Special Olympics, grazie a chi ha lavorato con me negli scorsi mesi per rendere questi giochi di pallavolo unificata così belli,grazie agli organizzatori di questa tappa perché la macchina ha funzionato alla perfezione ed è giusto che ne andiate fierissimi,grazie a tutti i dirigenti e i giocatori della Pallavolo Don Bosco di La Spezia,compagni di viaggio che tutti vorrebbero avere,grazie agli arbitri,in particolare a Valentina e infine il grazie più grande a chi ha creduto in me e mi ha affidato un ruolo che ricopro con immenso orgoglio…

Essere membro di uno staff composto da persone così straordinarie è una sensazione indescrivibile perché significa vedere negli occhi degli altri la stessa propria passione…

Più passano gli anni più sento di far parte di una famiglia unica,fatta di atleti, partner, tecnici, familiari e volontari realmente speciali.

Coordinatore Tecnico Nazionale SOI
Serena Taccetti

Tags:

Trackback dal tuo sito.